Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Rapporto produttività / stress lavoro, indagine della FIASO

Interessanti dati emergono da una ricerca condotta dalla FIASO (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) sullo stress lavoro correlato.
Lo studio ha coinvolto 15 ASL distribuite sul territorio nazionale e i risultati dovrebbero far riflettere molti imprenditori, è infatti emerso che nelle aziende dove si cura il benessere dei dipendenti la produttività aumenta del 27%.

La valutazione rischio stress lavoro correlato è uno dei precisi obblighi cui deve assolvere il datore di lavoro perché la sua azienda possa dirsi virtuosa.
E’ evidente quindi che tanto è migliore il benessere organizzativo di un’azienda quanto è più basso il livello di stress di dipendenti e/o collaboratori con benefici, non solo economici, che vanno a ripercuotersi positivamente ben oltre i confini del luogo di lavoro, un lavoratore sereno ha una vita sociale migliore.
La ricerca FIASO ha provato anche a dare una risposta sulle cause scatenanti lo stress da lavoro, fra queste segnaliamo:

  • Eccessivi carichi lavorativi;
  • difficoltà nel conciliare la vita lavorativa con quella privata;
  • cambi di mansione.

Le ASL coinvolte nell’indagine hanno attuato un programma di riduzione stress che ha portato a una riduzione del numero di lavoratori che si dicevano stressati, dal 25 al 10%.
Il programma adottato ha toccato vari ambiti, sia quello strettamente familiare, assistenza ai figli per il doposcuola, sia quello lavorativo con periodi di formazione sul luogo di lavoro o proposte di un diverso orario e modo lavorativo (part-time, turnazione, telelavoro).