Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

A Venezia la sicurezza sul lavoro si trasmette ai più piccoli giocando

Una favola per raccontare della sicurezza, questo il progetto nato dalla mente creativa di una mamma e una maestra, un progetto che adesso è stato promosso dalla Direzione Regionale Veneto dell’INAIL, dalla sede ANMIL locale e dal Servizio di protezione Civile e Rischi Industriali della Regione Veneto . Si tratta di replicare per l’anno scolastico 2011/2012 quanto avvenuto lo scorso anno quando 59 lezioni hanno visto il coinvolgimento di circa 1300 bambini delle prime classi elementari. Il progetto riparte l’8 Novembre e prevede di di impegnare fino a Giugno i piccoli nell’apprendimento della cultura della sicurezza sul lavoro, a casa e a scuola attraverso il racconto delle vicende di Luporosso, un personaggio nato dalla matita di Mario Gomboli.

Il progetto coinvolge nove classi tra la prima e la seconda elementare di Mestre e vuole essere un modo divertente di educare i piccoli alll’importanza del concetto stesso di sicurezza attraverso la proiezione di video e l’ausilio di alcuni animatori che spiegheranno ai bambini il concetto di rischi sul luogo di lavoro applicato ai loro ambienti abituali ovvero la casa e soprattutto la scuola. Prevenzione degli infortuni, rischi e sicurezza sotto forma di favole per divertire ed educare i piccolissimi sin dall’infanzia all’importanza del rispetto dei principi base della sicurezza per forgiare i datori di lavoro e i responsabili del domani.