Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Sicurezza nei cantieri, il D.lgs n. 494/96

Abrogato dal Testo Unico Sicurezza contiene la normativa sulla sicurezza dei cantieri edili

L’esigenza di ottimizzare, coordinare e riunire, in un unico testo, tutta la normativa riguardante la sicurezza sul lavoro, ha portato il legislatore, con l’introduzione del d.lgs 81/08, ad abrogare alcune norme precedenti, tra cui appunto il d.lgs 494.

Comunemente conosciuto nell’ambiente dell’ingegneria civile come “494” il Decreto Legislativo datato 14 Agosto del 1996 ed entrato in vigore nel 1997, applicava le norme della “Legge 626” sulla sicurezza del lavoro, al comparto edile che, vista la propria peculiarità veniva escluso dal Decreto Legislativo 626/94.

Il D.lgs 494/96 individua alcune figure professionali, fino ad allora non previste, fondamentali nel processo di sicurezza nei cantieri edili, in capo ai quali ricadono obblighi puntuali:

  1. Il Committente e il Responsabile dei lavori;
  2. Il Coordinatore per la Progettazione
  3. Il Coordinatore per l’Esecuzione;
  4. L’appaltatore;
  5. L’impresa (o datore di lavoro)
  6. Il Lavoratore (anche autonomo)
  7. Il Progettista e il Direttore dei Lavori.

Dall’azione coordinata di questi soggetti viene sviluppato il processo di sicurezza nel cantiere.
Infatti il Committente, procedendo alla progettazione di un lavoro edile, affida al coordinatore per la progettazione la valutazione dei rischi potenziali nel futuro cantiere predisponendone le misure di riduzione ed eliminazione.

In questa fase viene coinvolto anche il progettista, che di raccordo con il Coordinatore per la Progettazione, confeziona il PSC (ovvero Piano di Sicurezza e Coordinamento) che è parte integrante del progetto.

In questo modo il committente viene altamente responsabilizzato anche nella scelta dell’impresa appaltatrice per la quale sarà obbligatorio accettare il PSC e predisporre il POS (Piano Operativo di Sicurezza), la cui corretta e puntuale applicazione viene controllata ed attestata dal Coordinatore per l’Esecuzione attraverso sopralluoghi in cantiere e controllo costante della documentazione.
Se correttamente applicate, dunque, le norme contenute dal d.lgs 494/96 mettono in campo un vero e proprio circolo virtuoso della sicurezza sul lavoro.

Corso online primo ingresso in cantiere