Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Quale sicurezza sul lavoro per il lavoratore autonomo

Chi è il lavoratore autonomo e quale sicurezza sul lavoro per lui

Il lavoratore autonomo è la figura professionale che svolge attività lavorativa realizzando o prestando un servizio previo un corrispettivo (art. 2222 Codice Civile, anche noto come “contratto d’opera”).
Oltre al corrispettivo non sempre uguale, può infatti variare a seconda della prestazione fornita, ciò che caratterizza un lavoratore autonomo sono altri due aspetti:

  1. lavora prevalentemente per conto proprio;
  2. non ci sono vincoli di subordinazione rispetto la committenza.

Attività autonome

La normativa fiscale (artt. 49 e 81 TUIR) e le ultime disposizioni di legge in materia (D.Lgs. 276/2003) sanciscono che le attività autonome si possono praticare nei seguenti modi

  • esercizio di arti o professioni;
  • contratto a progetto, il sostituto della vecchia collaborazione coordinata e continuativa
  • contratto lavoro autonomo occasionale.

Contratto a progetto

Entrato in vigore con il D. Lgs. 276/2003 ha sostituito quasi del tutto i contratti di collaborazione coordinata e continuativa, a questa tipologia di contratto i rapporti di lavoro autonomo per i quali collaboratore assume, senza vincolo di subordinazione, un qualsiasi incarico per svolgere, interamente o in parte, un progetto, gestendo in maniera autonoma il tempo da dedicare al raggiungimento del risultato.
Questo tipo di rapporto prevede contributi INPS a carico della committenza.

Sicurezza sul lavoro

La tematica inerente la sicurezza sul lavoro per i lavoratori autonomi è ancora fonte di dibattiti. Vi sono sentenze importanti importanti che riguardano il diritto al trattamento per infortunio in itinere.
La stessa Unione Europea ha ritenuto necessario fare chiarezza sulla questione “sicurezza “ e “lavoratori autonomi” , dando vita a uno Studio sui metodi usati in Europa per la tutela dei lavoratori autonomi.

In ogni caso si è definito che i lavoratori autonomi debbano godere delle medesime garanzie e tutele in fatto di sicurezza sul luogo di lavoro, di cui godono i dipendenti.
Come i dipendenti, quindi, anche i lavoratori autonomi devono essere formati e informati sulla sicurezza sul lavoro.