Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Quali studi in Europa sulla sicurezza del lavoratore autonomo?

Uno dei maggiori punti di riferimento al livello europeo per quanto riguarda la sicurezza dei lavoratori è l’EU-OSHA, in italiano tradotta in Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro. EU-OSHA ha sede a Bilbao in Spagna ed è un grande agenzia di consulenza continentale che aiuta gli stati membri, la Comunità Europea, nella prevenzione degli infortuni sul luogo di lavoro. È un ente che si occupa in particolar modo di lanciare campagne di prevenzione e sensibilizzazione, raccogliere dati, censire e ordinare informazioni provenienti da tutta l’Europa riguardanti buone pratiche e abitudini di società e lavoratori nella sicurezza sul lavoro.

La citiamo in questo momento perché EU-OSHA si segnala spesso come uno degli enti internazionali a pubblicare e fornire informazioni riguardanti il lavoratore autonomo.

Le attività centrali dell’agenzia, utili per i legislatori, lettori e lavoratori, riguarda la pubblicazione di guide pratiche alla sicurezza sul lavoro, raccolte di dati, manuali concreti, dibattiti e focus, centrati integralmente sulla salute dei lavoratori e sulla tutela dagli infortuni. Alcune delle campagne appena lanciate riguardano in particolar modo i lavoratori autonomi.

Una delle ultime iniziative riguardanti i lavoratori autonomi è stata “A review of methods used across Europe to estimate work-related accidents and  illnesses among the self-employed”, letteralmente “Un censimento dei metodi utilizzati in tutta Europa per valutare gli infortuni sul lavoro e malattie professionali tra i lavoratori autonomi”.  Con questa iniziativa EU- OSHA ha lanciato una raccolta di dati per comporre in maniera chiara lo stato in cui versa il lavoro autonomo.  Raccogliere il maggior numero di dati permettere ai legislatori europei di affrontare organicamente il tema della sicurezza dei lavoratori autonomi.

La Comunità Europea si sta infatti spingendo verso una comprensione definitiva dei casi riguardanti il lavoro autonomi e conta di regolarizzarne la posizione con leggi, diritti e doveri ben precisi entro il 2012.

Attenzione. Non bisogna confondere EU-OSHA con un ente previdenziale europeo o qualcosa di simile. L’agenzia è potente alleato sulla sicurezza sul lavoro per gli stati europei ma non ha potere legislativo. È un istituto da consultare, un sito da consultare, che fornisce documenti e informazioni utilissimi. Manuali, casi di studio e brochure per iniziare ad avere un prima  formazione, come lavoratore autonomo, per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro. Formazione con la quale prendere coscienza della necessità di essere sempre aggiornati in materia e dalla quale partire per completare un’istruzione e preparazione totale e fondamentale per la salute sul posto di lavoro.

Questo per esempio il testo della ricercaA review of methods used across Europe to estimate work-related accidents and  illnesses among the self-employed” (Pdf, inglese) pubblicato sul sito EU-OSHA.