Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Consulenza e corsi per la sicurezza delle aziende agricole

Dai rischi chimico e biologico, alla segnaletica, dall’igiene delle abitazioni dei lavoratori stagionali, all’uso dei DPI, fino al rischio incendio, e alle malattie professionali. L’agricoltura è un settore storico dell’economia italiana, strutturato  in migliaia di piccole e medie aziende e che coinvolge migliaia di lavoratori, migliaia di lavoratori stagionali. Migliaia i lavoratori impegnati nel settore, e centinaia i rischi alla salute e alla propria incolumità sui quali occorre quotidianamente e scientemente vigilare.

Ogni azienda agricola utilizza generalmente trattori, macchine, capanni, stabili, silos, impianti elettrici, impianti idraulici, concimi e fertilizzanti, mangimi, spesso abitazioni adiacenti i luoghi di produzione o di vendita. Ognuno dei punti elencati basta da sé a far sopraggiungere nella mente dei lettori esempi di rischio e situazioni critiche. Il Testo unico sulla sicurezza sul lavoro annovera l’agricoltura negli abituali settori lavorativi, settori quindi  che necessitano quindi della massima attenzione e di ogni adempimento previsto dai propri articoli. Le aziende agricole sono luoghi nei quali a partire dall’utilizzo dei DPI fino addirittura alla fabbricazione di macchine agricole, ogni passo deve essere compiuto con accortezza e seguendo le adeguate e opportune misure preventive.

Un’azienda è solitamente composta a varie figure professionali: datori di lavoro, soci e componenti di imprese familiari, lavoratori subordinati, lavoratori stagionali. Un ecosistema quindi, nel quale vigono le regole e le consuetudini instaurate attualmente dal D.Lgs 81/08 e che riguardano la sorveglianza sanitaria, la valutazione dei rischi, la formazione, la presenza di RLS, RSPP, addetti antincendio, addetti al primo soccorso, fino all’autocontrollo e all’igiene alimentare.

In un azienda agricola la tutela della sicurezza deve essere assicurata prima di tutto dall’utilizzo di DPI, per le mani, gli occhi, il viso, per la protezione dell’udito, del corpo e delle vie respiratorie. Sull’uso dei DPI come sulle restanti mansioni vige la responsabilità del datore di lavoro, responsabile della sua azienda e dei propri lavoratori.

È lo stesso datore di lavoro a dover eseguire correttamente la valutazione dei rischi e la stesura conseguente del DVR. Nel valutare i rischi deve sommariamente tener conto del numero dei lavoratori impiegati, delle tipologie di rischio. Rischio vibrazione, rischio chimico, rischio biologico, rischio amianto, solo per citarne alcuni.

Deve tener cura degli ambienti di lavoro, contrassegnare e limitare gli stessi con segnaletica evidente e che indichi sostanze velenose (concimi, prodotti fitosanitari), estintori, vie di fuga, impianti elettrici, macchine in movimento. Deve altresì mantenere in ottime condizioni i depositi, le stalle ( elevato rischio biologico), i contenitori. E nel lavoro in tali ambienti deve assicurare ai lavoratori tutela e protezione. Le macchine devono essere in perfette condizioni, e dotate di dispositivi di sicurezza e di segnalazione. Una delle maggiori cause di incidente sul lavoro in Italia proviene dal ribaltamento dei mezzi agricoli. Come le macchine, devono essere tenute in perfette condizioni tutte le attrezzature da lavoro, le vasche di stoccaggio e i sili. Ancora ripetiamo, massima prevenzione nell’uso di concimi, agenti chimici, prodotti fitosanitari. Al contatto con essi, all’inalazione, e all’ingestione.

L’amianto, per lo smaltimento del quale, occorre una pianificazione mirata, apposita e un’organizzazione interna struttura e obbligatoria per legge.

Infine, le malattie professionali. La sorveglianza sanitaria sui lavoratori e la prevenzione sono indispensabile quotidianamente, per scongiurare ogni ipotesi di rischio e incidente. Allo stesso modo sono vitali per scongiurare l’insorgere di  patologie correlate a posture scorrette, vibrazioni, emissioni gassose, sostanze novice, che possono manifestare i propri effetti col passare degli anni e del tempo.

PMI Servizi Srl offre servizi di consulenza e formazione sicurezza sul lavoro, e consulenza sull’autocontrollo alimentare.
I preventivi sono gratuiti.  Contatti