Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Il DVR con le procedure standardizzate

Il Documento Valutazione Rischi standardizzato è una pratica di valutazione della sicurezza dei luoghi di lavoro che è stata prevista per tutte le imprese che contano più di 10 dipendenti. Il D.Lgs. 81/2008, il Testo Unico sulla Sicurezza, art.15, aveva previsto, per queste piccole imprese, che la valutazione dei rischi venisse effettuata prima con autocertificazione e poi tramite procedure standardizzate, molto più semplici e veloci rispetto a quelle per le imprese più grandi.

Una valutazione dei rischi tramite il documento di valutazione standardizzato prevede alcuni principi fondamentali:

  • Descrizione generale dell’azienda e della tipologia di ambienti di lavoro che esse presenta,
  • Individuazione precisa dei singoli rischi presenti in ogni luogo di lavoro,
  • Valutazione di ogni rischi e del pericolo che può rappresentare per i lavoratori,
  • Creazione del piano di miglioramento per eliminare ogni rischio identificato.

A partire dal 1 giugno 2013 il legislatore ha deciso di rendere obbligatorio, anche per le imprese che contano meno di 10 dipendenti, la redazione del documento valutazione rischi standardizzato. Anche queste imprese dovranno, perciò, seguire le procedure standardizzate al fine di eseguire la propria valutazione dei rischi all’interno della propria impresa.

  • Aziende fino a 10 dipendenti: devono svolgere la valutazione dei rischi attraverso le procedure standardizzate (escluse le aziende che rientrano in quanto previsto dall’art. 28 D.Lgs.81/2008)
  • Aziende fino a 50 dipendenti: possono svolgere  la valutazione dei rischi attraverso le procedure standardizzate  (escluse le aziende che rientrano in quanto previsto dall’art. 28 D.Lgs.81/2008)

Il datore di lavoro, così come previsto dal D.Lgs. 81/2008, è il responsabile della valutazione dei rischi e della redazione del documento relativo, che può compilare usufruendo della consulenza di esperti di sicurezza sul lavoro o autonomamente. Egli, insieme ai suoi collaboratori come, ad esempio, il medico competente, ha il compito di seguire le procedure standardizzate per assicurarsi che i propri lavoratori siano in condizione di sicurezza durante lo svolgimento delle proprie mansioni.